Jordan Spieth prende di mira la Ryder Cup e non guarda indietro dopo l’anno misto

 

Jordan Spieth ha più cause che la maggior parte di riflettere sul ritmo con cui le major del 2016 hanno chiuso a ruota. Sono passati quattro mesi da quando il 23enne ha buttato via una posizione Masters apparentemente inattaccabile, ma con i campionati Open e US PGA caduti così vicini l’uno all’altro in questo anno olimpico, l’intervallo di tempo è molto più breve.

Spieth non può essere contato tra coloro che credono che il suo tasso di successo – ha vinto una volta da aprile – sarebbe stato del tutto diverso se avesse trionfato ad Augusta. “Io non la penso così, no,” disse. “Ho lavorato a colpi di palla abbastanza forti ed è stato davvero ripagato. Ho lanciato alcuni laser durante la settimana PGA degli Stati Uniti che normalmente non lancio. Colpisco un sacco di fairway. Mi sentivo piuttosto a mio agio sulla palla.Ero abbastanza a mio agio che sapevo che cosa avrebbe fatto la palla.

“Se il mio tiro fosse all’altezza dello standard normale, l’Open e il PGA sarebbero stati molto più divertenti. Sarei stato potenzialmente in lotta. Forse non l’Open, quei ragazzi [Stenson e Mickelson] sono diventati pazzi, ma non credo che [i Maestri] cambino qualcosa. “Jimmy Walker trattiene Jason Day per reclamare la splendida vincita degli Stati Uniti PGA Leggi di più

Forse, e comprensibilmente, Spieth non può ammettere pubblicamente di tessuto cicatrizzato dagli eventi primaverili in Georgia, dove ha preso un quadruplo bogey sette sulla dodicesima buca nel round finale. Forse crede onestamente che non ce n’è. La verità verrà fuori solo quando il texano aggiunge al suo conteggio principale.Per ora, e questa è stata la posizione coerente di Spieth, punta a problemi tecnici piuttosto che mentali.

“Ciò che ho lavorato nel mio colpire il pallone è stato proprio il coinvolgimento del problema che è venuto fuori il 12, che mi sta facendo abbassare le mani sull’altalena e spostare il punto di contatto al centro del viso, o se mi manca è fuori dalla punta e non il tallone “, disse Spieth. “Questo si è mostrato significativamente al PGA. Ho colpito la palla in mezzo alla faccia anche quando è andato fuori linea. Sono piuttosto entusiasta di quel lavoro.Quando il tiro tornerà a quel livello, ci divertiremo molto. ”

Spieth ha rapidamente riadattato gli obiettivi con la Ryder Cup nel mirino. “Sono stato un paio di volte lontano dalla vittoria dei Maestri”, ha detto. “Se chiudo quella uscita, è una delle stagioni migliori che avrò mai. Non ho intenzione di abbassare la testa.

“Ho fatto il taglio in tutte le major, che ovviamente non è l’obiettivo per me. Ho conteso in uno e ho avuto la possibilità di vincere. Ho imparato molto da questa esperienza, volevo solo ridarmi questa possibilità.Non ero in grado di farlo da lì a qui, ma quest’anno non è stato un brutto spettacolo nelle quattro major.

“Il mio obiettivo all’inizio dell’anno era di avere la possibilità di vincere almeno due di loro e non ci sono arrivato, ma posso chiudere il traguardo di quest’anno forte se gioco forte alla Ryder Cup. Mi sentirò un grande per me.

“Nelle prossime settimane mi riposerò molto. Questo è stato un tentativo negli ultimi due mesi, quindi mi prenderò le cose con calma e tornerò piano piano. Sono davvero entusiasta dei playoff FedEx e della Ryder Cup, con enfasi sulla Ryder Cup. “